Cernobbio

Cenni storici
CERNOBBIO e' un centro carico di storia, infatti, reperti indicanti insediamenti nell'area su cui Cernobbio oggi si sviluppa risalgono a circa 6000 anni fa. Agli inizi del secondo secolo a.C. i romani conquistarono Como e l'area di Cernobbio fu tra le prime ad essere perlustrata e posta sotto la loro stretta sorveglianza. Il nome di Cernobbio e' di antichissima origine, sicuramente greca o magno greca, e significa luogo sassoso e arido frutto del lavorio dei tre maggiori corsi d'acqua che ne tagliano la piana: i torrenti Garrovo, Greggio e Breggia.
Nel corso dei secoli, Cernobbio fu sempre fedele a Como della quale ne fu parte almeno fino al 1439, sia nella guerra decennale tra Como e Milano (1118-1127) che nei conflitti che interessarono il lago di Como. Segui' le sorti della citta' anche nella sua alleanza con Federico I detto il Barbarossa.
Nel basso medioevo il paese acquisi' ricchezza e benessere grazie soprattutto all'attivita' della pesca. Nel Settecento, sotto il dominio austriaco, Carlo VI e la figlia Maria Teresa seppero dare impulso allo sviluppo dell?economia lombarda e anche Cernobbio beneficio' dell'iniziativa imperiale con l'installazione di cartiere, industria che diventera' importantissima nei primi anni dell'Ottocento. In questo periodo si assiste a un incremento dell'edilizia signorile, Ville di pregio architettonico come Villa Pizzo e Villa del Garovo, oggi Villa d'Este, fatta edificare nel 1568 per volonta' del cardinale cernobbiese Tolomeo Gallio, primo segretario dello Stato Pontificio della storia.
La diffusione della forza vapore applicata alle navi che solcano le acque del lago (il primo esemplare risale all'anno 1826) trasformo' usi e costumi e avvio' dapprima timidamente una forma di turismo che appare sotto forma di tappa del Grand Tour per viaggiatori d'elite per assumere nei decenni seguenti sempre maggiori consensi incrementando il numero dei turisti. Nel 1873 inizio' la sua attivita' alberghiera il Grand Hotel Villa d'Este e Cernobbio si colloco' tra le mete piu' ambite dei viaggiatori provenienti da ogni parte d'Europa. L'anno prima ci fu l'avvio delle Tessiture Bernasconi che il giovane milanese Davide Bernasconi seppe guidare per quasi mezzo secolo attraverso momenti di grande entusiasmo e forte depressione. Meritoria fu l'iniziativa che nel breve volgere di una decina d'anni arrivo' ad occupare un migliaio di maestranze di residenti in Cernobbio e dei paesi limitrofi: un?impresa che sara' determinante per l'economia del luogo. Questo processo di industrializzazione determino' per tutta la prima meta' del XX secolo un cambiamento nell'economia e nella struttura sociale del paese, un tempo dedito esclusivamente ad attivita' di pesca e di agricoltura. Durante il primo conflitto mondiale, sul Bisbino fu costruito un sistema di fortificazioni che fu utilizzato anche durante la seconda guerra mondiale. Cernobbio oggi
Grazie allo sviluppo del settore turistico-alberghiero agevolato anche dalla costruzione del polo espositivo-congressuale di Villa Erba, una serie continua di convegni, congressi, mostre, esposizioni ha trovato sede stabile in Cernobbio incrementando il gia' notevole impatto mediatico che la localita' aveva accumulato nel tempo per meriti propri di interesse turistico ambientale e paesaggistico.
Cosa vedere:
-VILLA ERBA: mondanita', cultura, conversazioni dotte e brillanti. Cosi' si trascorreva il tempo a Villa Erba, fastosa residenza di vacanza che la famiglia Erba realizzo' all'inizio del secolo scorso come simbolo della propria agiatezza. Carla Erba, moglie del duca Giuseppe Visconti di Modrone, la eredito' dal padre Luigi Erba e insieme ai sette figli, fra cui il celebre regista Luchino Visconti, vi trascorse molte estati. Oggi la villa, con gli antichi affreschi, i soffitti preziosi, l?architettura ariosa e opulenta, mantiene la sua vocazione originari. Nel cuore della Villa ? racchiuso un pezzo di storia del cinema italiano e di cultura, un MUSEO di richiamo internazionale. Le Stanze di Luchino Visconti sono un percorso dove rivivere il profondo legame fra il regista e la villa. Qui Luchino visse momenti di grande spensieratezza nelle lunghe estati della sua infanzia in compagnia dei fratelli e della madre.


Il Museo di Villa Erba e' visitabile su prenotazione.
Mappa
Interattiva


Provincia: CO
Superficie: 11,72 Kmq
Altezza: 201 m
CAP: 22012
Prefisso: 031
Frazioni: Monte Bisbino, Piazza Santo Stefano, Rovenna.